Benvenuto nell'area riservata a Odontoiatri e Igienisti Dentali!

HomeArticoli5 suggerimenti per eliminare i problemi connessi all’ applicazione dell’adesivo

5 suggerimenti per eliminare i problemi connessi all’ applicazione dell’adesivo

Gli insuccessi dei restauri diretti sono spesso causati da problemi dovuti all’adesivo. E a seguire risulta sempre impegnativo per l’intero team odontoiatrico affrontare pazienti infelici.
Ma è ancora peggio quando i pazienti ritornano poco dopo un trattamento conservativo lamentando sensibilità postoperatoria, margini del restauro infiltrati e non estetici, carie secondarie o la completa perdita del restauro stesso.

Quindi, c’è un modo per ridurre al minimo questi problemi?
Sì, basta investire solo 6 minuti per approfondire in questo video i passi fondamentali per una corretta applicazione degli adesivi. Se seguite queste semplici linee guida, l’applicazione degli adesivi diventerà sostanzialmente facile, sicura e affidabile. Per voi e per i vostri pazienti.

Sicuramente il consiglio principe è una attenta lettura delle istruzioni d’uso del prodotto che si applica per seguire le corrette procedure segnalate dal produttore.
Poi qualche suggerimento in più per essere sicuri di ottenere quello che richiede l’adesivo utilizzato, capendone le motivazioni:

#1 come raggiungere il giusto livello di umidità della dentina (né troppo asciutto né troppo umido)
#2 usare l’adesivo subito dopo l’estrusione dal flacone
#3 rispettare i tempi e le procedure di applicazione dell’adesivo
#4 rispettare i tempi di asciugatura ad aria della superficie trattata con l’adesivo
#5 importanza della fotopolimerizzazione dell’adesivo: come eseguirla in maniera ottimale

E ora buona visione!

Kulzer Bloghttp://www.kulzer-dental.it
Via Console Flaminio 5/7 20134 Milano | +39 02 210 0941 | info-italy@kulzer-dental.com

Non perderti le ultime novità di Kulzer

Leggi anche

Restauri diretti di II classe con composito monocromatico

Il paziente giunge alla mia osservazione per visita di controllo. Si effettua esame clinico e radiografico che evidenziano carie interprossimali di 1.6 mesiale, 1.5...

Restauri adesivi estetici in composito

L’evoluzione dei materiali estetici adesivi degli ultimi 15 anni ha profondamente modificato l'approccio restaurativo dei settori posteriori, contribuendo in larga misura al quasi totale...

Stratificazione di compositi monomassa o plurimassa: mito o realtà?

L’impiego dei compositi è ormai parte integrante della clinica quotidiana nel ripristino morfo-funzionale di elementi dentari anteriori e posteriori. Grazie agli sviluppi merceologici, che...